• Libri

    La mia FLOP 3 dei libri letti nel 2018

    Qual è il libro peggiore letto nel 2018? Dopo aver scritto il post con la TOP 3 delle migliori letture dell’anno appena concluso, la domanda sul suo contrario sorge spontanea. Anche stavolta limitarsi a un solo titolo sarebbe un’ingiustizia, perciò elencherò i 3 libri che ho trovato autentici ladri del mio tempo prezioso, e di cui ringrazio essermi procurata una copia gratis in biblioteca. Pronti? ALERT: al 99% nominerò titoli che la maggior parte adora. Rassicuro tutti sull’autenticità delle mie opinioni, in nessun modo forzate dal grottesco tentativo di apparire una brillante anticonformista. D’altra parte ho già ammesso di amare i libri di Selvaggia Lucarelli, bruciandomi parecchio tempo or sono la…

  • Libri

    La mia TOP 3 dei libri letti nel 2018

    Qual è stato il libro migliore letto nel 2018? Per me nominarne uno solo è riduttivo e, ispirata da il post ominimo del blog “L’angolo dei libri”, vi presento la mia personale top 3 di quanto letto quest’anno. Il mio obiettivo era leggere 50 libri, ho superato la cifra di poco e mi reputo soddisfatta. Quest’anno ho alzato l’asticella a 60 ma, dato il gennaio appena concluso e l’averne letti solamente uno e mezzo, temo rimarrà un obiettivo irraggiungibile. Ma mai dire mai! A) “Il padrino” di Mario Puzo Di questo libro ho già scritto una recensione dopo averlo letto quest’estate. Da anni giaceva in attesa da uno scaffale ma, avessi…

  • Donne,  Libri,  Mamme

    Spritz librario – “Cara Ijeawele” di Chimamanda Ngozi Adichie

    Ci sono libri che ti costringono a rivedere completamente il pregiudizio che avevi su di loro. Niente di grave in questo caso. Ma dalla sua uscita ero convinta che questo libro fosse stato scritto da un uomo ebreo di mezza età che dedicasse alla figlia dei saggi consigli a tema femminista. Iniziare a leggere e capire che in realtà si trattasse di Chimamanda Ngozi Adichie, una giovane e premiata scrittrice nigeriana che dedicava ad una cara amica neo mamma una serie di bellissimi consigli su questa sua nuova avventura, mi ha spiazzata. Non conoscevo assolutamente la Adichie, e dopo una breve ricerca non posso che concordare sulla sua presenza nella…

  • Libri,  Storia

    Spritz librario – “La sesta moglie” di Philippa Gregory

    Adoro le vicende familiari. Da piccola ascoltavo per ore mia nonna di quand’era bambina, domandando di raccontarmi più volte le storie che preferivo. Allo stesso modo ho una passione per gli alberi genealogici e le storie di famiglia, con una predilezioni per le teste coronate. Per queste ragioni i libri di Philippa Gregory mi sono sempre piaciuti moltissimo, specialmente la saga inerente il celeberrimo Enrico VIII, il monarca passato alla storia come “il massacratore di mogli”. Dopo aver letto i titoli che la precedevano, quest’estate non mi sono lasciata scappare l’ultima opera tradotta in Italia dedicata proprio all’ultima moglie di questo discusso sovrano, Catherine Parr: “La sesta moglie” appunto, di…

  • Libri

    Spritz librario – “Chi ha spostato il mio formaggio?” di Spencer Johnson

    Per tutti i recensori di libri arriva quel terribile momento in cui, dopo aver perso qualsiasi motivazione, sonno, entusiasmo e voglia di vivere, si debba cimentarsi nella descrizione di un libro che ha tolto loro ogni speranza sul genere umano. Special modo quando, leggendolo, appare evidente di avere gusti differenti da gran parte dell’umanità contemporanea. Ecco qui una delle mie bestie nere. Letto quest’estate dietro espresso suggerimento di uno dei tenutari del mio corso di coaching, ancora non mi ha fatto riprendere del tutto. Ne avrete senz’altro sentito parlare: paragonabile a un’apparizione mariana, “Chi ha spostato il mio formaggio?” promette di svelare il senso di tutto le cose, smuovere gli…

  • Libri

    Spritz librario – “Il magico potere di sbattersene il ca**o” di Sarah Knight

    “Il magico potere di sbattersene il ca**o. Come smettere di perdere tempo (che non hai) a fare cose che non hai voglia di fare con persone che non ti piacciono”. Questo il titolo completo di un testo che in libreria avrà senz’altro attirato la vostra attenzione, complice il formato singolare con cui viene presentato. L’avrete aperto, sfogliato, rigirato, annusato, leggiucchiato qui e là per poi averlo riposto nello scaffale borbottando “ma si, le solite cose, sembra tanto facile ma poi vorrei vedere LORO… perché dovrei spendere soldi per imparare a dire di no… da oggi inizierò a dirlo, e basta!” per poi ritrovarvi, la sera stessa, a scrivere per l’ennesima…

  • Gioco,  Libri

    A chi non piacciono i tag-game? Gioco a tema letterario

    Dai, confessate: anche voi negli anni che furono avete riempito di note Facebook con centinaia di risposte a domande dalla profondità unica, quali “ultima persona chiamata? Ultima volta che avete pianto?” e varianti sul tem.  Ancora prima questi questionari standard pervenivano tramite e-mail, ed erano un ottimo modo per farsi un po’ di affari altrui con le vesti di gioco. Confesso, mi sono sempre piaciuti, apprezzavo il lato introspettivo delle domande e affrontavo questo gioco demenziale con una serietà da compito in classe (e il compito in classe come fosse un gioco demenziale – cit. di rivisitazione by Churchill). Ora anche questi giochi si sono evoluti e scelgo questo tratto…

  • Donne,  Libri

    Spritz librario – Recensione “Casi umani” di Selvaggia Lucarelli

    Ok. Niente occhi verso il cielo, sbuffi, esclamazioni quali “oddio!” o simili. Stavolta non si parla di nulla candidabile al premio Nobel per la letteratura, ma neppure da scartare a priori unicamente a causa di pregiudizi od opinioni personali sull’autore. O autrice, in questo caso. Selvaggia Lucarelli non ha bisogno di presentazioni. Da anni sulla scena italiana, difficilmente lascia indifferenti: o la si ama, o la si odia. Io mi assesto su una sana via di mezzo: nonostante sia in disaccordo su parecchi articoli scritti da lei, mi piace molto il suo stile irriverente e il sense of humor che la contraddistingue. Dopo il debutto di “Che ci importa del…

  • Libri

    Spritz librario – “La regola dei 5 secondi” di Mel Robbins

    Se vi state domandando se qualcuno abbia scritto un libro dedicato al fantomatico teorema secondo cui il cibo finito per terra venga contaminato dai più svariati batteri solamente dopo 5 secondi di permanenza, grazie al cielo vi sbagliate. Dai guru americani ci si può aspettare di tutto, ma stavolta il prodotto è ampiamente accettabile e trovato con parecchi spunti interessanti. Di sicuro è un libro che attira parecchio l’attenzione: la copertina oro e marrone non può che farvi l’occhiolino dagli scaffali. L’avevo adocchiata senza mai soffermarmi finché, all’inizio di una sessione di coaching col collega di corso assegnatomi come coachee, non sentii raccontare da lui come questo libro comprato per…

  • Ispirazioni,  Libri,  Personaggi celebri,  Scrivere

    Spritz librario – “10 consigli che non si possono rifiutare per scrivere un bestseller di successo” di Mario Puzo

      en.wikipedia.org/wiki/Mario_Puzo 1. Non scrivete mai in prima persona. 2. Non mostrate mai il vostro lavoro a nessuno. Potreste farvi condizionare. 3. Non parlate mai di ciò che state facendo fino a quando non l’avete scritto. 4. Riscrivere è l’intero segreto dello scrivere. 5. Non vendete mai i diritti del vostro libro alle case cinematografiche prima che il libro sia pubblicato. 6. Non lasciate mai che una lite familiare rovini una giornata dedicata alla scrittura. Se non potete iniziare con la mente fresca il giorno successivo, sbarazzatevi di vostra moglie. 7. La malinconia è vera concentrazione. Accettatela perché la concentrazione è la chiave dello scrivere. 8. La vita di uno scrittore dovrebbe essere una vita tranquilla. Leggete parecchio e…

Scroll Up