• Donne,  Ispirazioni,  Spiritualità

    7 colori per 7 personalità: qual è la tua? Intervista a Lucia Primo – Fisiocolore

    Vi piacciono i colori? Da 0 a 99 (e più) anni sarà senz’altro una domanda retorica. Siamo attratti dai colori fin dall’infanzia: pastelli, costruzioni, tempere, qualsiasi sfumatura cattura da sempre la nostra attenzione. Da adulti accostiamo i colori di camicia e cravatta, il divano con le tende, la carrozzeria dell’auto nuova agli interni. La naturalezza con cui i colori ci circondano non ci farebbe mai pensare a loro come a un elemento “curativo”. E se vi dicessi che invece è proprio cosi? Oggi ho il piacere di avere ospite nel mio blog Lucia Primo, una bravissima fisioterapista trevigiana che, onorando il suo cognome, ha avuto per prima una splendida intuizione:…

  • Donne,  Ispirazioni,  Viaggi

    Perché è bello viaggiare da sola (anche da fidanzata)

    Viaggiare da sola è un’iniziativa che desta sempre molte perplessità. L’ultimo fatto di cronaca è di oggi: una ragazza veronese di 27 anni è stata trovata morta a Playa del Carmen, Messico. Non sono ancora note le cause del decesso, e proprio per questo mi aspetto i noti commenti dal “eh poverina, chissà cosa le è capitato” a “poteva starsene a casa sua”. Fomentando paure e luoghi comuni. Viaggiare è bello. Viaggiare da sola è ancora più bello. L’avete mai fatto? Ricordo quando, alcuni anni fa, un collega mi raccontò di essere andato da solo a Berlino. Commentai distrattamente pensando “cielo, che sfigato!” e mugugnando “mah, non so se andrei…

  • 10coseche,  Amicizia

    “10coseche”… persone di cui non riusciresti a fare a meno (forse)

    Sono certa che questa sia una delle liste della rubrica “10coseche” più difficile da fare. Il motivo è presto detto. Trovo il titolo eccessivo. Ho una visione della vita molto stoica, credo nel karma e ho sempre trovato ridicola la frase “senza di te potrei morire” (sostituendo quel “te” con qualsiasi nome). Per carità, a eccezione dei canonici nonni non ho avuto esperienze di morte di persone care. Nel tempo però ho osservato molte persone alle prese con lutti devastanti, figli compresi. E tutte, nessuna esclusa, è ancora in vita. Senza sminuire assolutamente esperienze simili, penso si faccia un uso molto leggero della definizione “persone senza la quale non vivrei”.…

  • Donne,  Libri,  Mamme

    Spritz librario – “Cara Ijeawele” di Chimamanda Ngozi Adichie

    Ci sono libri che ti costringono a rivedere completamente il pregiudizio che avevi su di loro. Niente di grave in questo caso. Ma dalla sua uscita ero convinta che questo libro fosse stato scritto da un uomo ebreo di mezza età che dedicasse alla figlia dei saggi consigli a tema femminista. Iniziare a leggere e capire che in realtà si trattasse di Chimamanda Ngozi Adichie, una giovane e premiata scrittrice nigeriana che dedicava ad una cara amica neo mamma una serie di bellissimi consigli su questa sua nuova avventura, mi ha spiazzata. Non conoscevo assolutamente la Adichie, e dopo una breve ricerca non posso che concordare sulla sua presenza nella…

  • Riflessioni spritzettare

    Come si cambia (per non morire)

    L’altro ieri: fai quello che ti dicono. Cerca di rabbonire il prossimo. Non chiedere. Non pretendere. Scegli la strada sicura. Sogni? Desideri? Con quelli non si mangia! Che fai, leggi? Smettila di perdere tempo. Ieri: perché aspettare? Perché rinviare? Perché non scoprire quel che si è? Perché rinunciare? Ora ci penso. Ora mi informo. Ora lo faccio. Stamattina: “mia madre non lo deve sapere”. E nemmeno il fidanzato. La sua predica può aspettare.  Oggi pomeriggio: si compra il biglietto aereo per il Giappone… in solitaria! Si specifica la licenza poetica per i “l’altro ieri” e “ieri”: fortunatamente i tempi sono molto più diluiti. Gli ultimi due, invece, fedelissimi all’originale.

  • Donne,  Mamme,  Riflessioni spritzettare

    “Non vuoi figli? Sporca egoista!” Il maschilismo nei secoli dei secoli, Amen!

    Fino a qualche giorno fa mi sarei definita fortunata: nessuno, nella mia cerchia, aveva mai commentato negativamente il fatto che a più di 30 anni non avessi ancora deciso di riprodurmi. Nel giro di una settimana, però, il gap si è colmato: da una parte mia madre, dall’altra un collega di lavoro. Inaspettatamente la frase proveniente da mia madre mi ha stupita poco. Durante un litigio scoppiato, come direbbe la cronaca nera, per futili motivi, tra i vari epiteti e frasi sparate nel mucchio è spiccata, per la prima volta, un bel “… e non vuoi figli!” Io sono rimasta tre secondi in attesa decidendo che si, il suono elaborato…

  • Ispirazioni,  Riflessioni spritzettare

    Sul tempo perso a perdere tempo – Autumn mood

    Una cosa mi accomuna allo studente alle prese con l’inizio del proprio calendario scolastico: la svogliatezza. L’autunno per me, a dispetto delle credenze, non è il momento migliore per intraprendere grandiose iniziative o ripartire a mille dopo il fantomatico riposo estivo, quest’anno un autentico miraggio. Ok, i propositi ci sono, la voglia di fare anche: centellinata, però. A piccoli, piccoli passi. Rubo il titolo per questo post a una delle opere del mio scrittore preferito, l’inglese Jerome Klapka Jerome, un nome originale per l’autore del celeberrimo “Tre uomini in barca” e altri capolavori. Nei suoi libri Jerome da ampio spazio alle pigrizia, compagna fedele nella vita dell’uomo nonché temutissima origine…

  • Riflessioni spritzettare

    “Hey, hai prenotato gratis dallo psicologo?” – Iniziativa “Studi Aperti” per la Giornata Nazionale della Psicologia. 10 Ottobre 2018

    “Hey, hai già prenotato dallo psicologo?” Quanto sarebbe bello poter fare una domanda del genere al momento dell’aperitivo? No, non per l’augurio implicito che un nostro amico o conoscente necessitasse di una terapia, ma per la naturalezza con cui affrontare un argomento a tutt’oggi considerato tabù. “Lo psicologo è per i pazzi, dello psichiatra non ne parliamo, io non ne ho bisogno, quello là ci va e infatti guardalo, io non butto via soldi, pagare uno per sentirmi parlare?, io sto benissimo, a me bastano gli amici, gli psicologi servono a chi è solo, io non ho problemi, sono felice”, eccetera. Nell’arco della nostra vita avremo assistito a queste conversazioni centinaia…

  • Amicizia,  Donne,  Mamme

    Metti, una mattina a colazione – Le amiche mamme

    Ho notato come da qualche tempo “le amiche mamme” siano uno degli argomenti più dibattuti del web. Sia se a ricoprire il ruolo di mamma sei tu, sia se, gelosa dei tuoi geni, tu sia una delle poche che non abbia ancora provveduto a diffonderli. Entrambe le fazioni però, curiosamente, sostengono la medesima teoria: accusare l’altra di sparire nell’oblio alla notizia della gravidanza o alla nascita del pupo. Per quale motivo? Da brava Bilancia ascendente Bilancia, ritengo che le responsabilità possa suddividersi in parti uguali. Non credo assolutamente che un’amica incinta o neo mamma parli esclusivamente di allattamento o coliche, ne’ che l’amica senza famiglia a carico sia una superficialona…

  • Mabon,  Riflessioni spritzettare,  Ruota dell'anno,  Sabbat

    Aspettando Mabon

    Da un paio d’anni a questa parte ho sviluppato un amore sviscerato per l’autunno: i suoi colori, i primi freschi, l’atmosfera fiabesca, le candele alla cannella e i thé fumanti consumati fra la quiete domestica. Mi piace osservare la natura che si prepara per andare a riposare, regalandoci un turbinio di calore e rassicurazione carico di “non è un addio ma un arrivederci, a presto!” Non è da molto che mi sono avvicinata alla ruota dell’anno e alla potenza ciclica della natura, che trovo stupenda in ogni suo momento. Vorrei onorarla e renderle omaggio con una serie di piccoli rituali o accorgimenti, come delle decorazioni domestiche a tema o esperimenti…

Scroll Up