Chi sono

La mia testa è un Sabba.

Amo i gatti, la cancelleria della Legami, i libri. Mi perdo fra le pagine di Wikipedia, ho la capacità di concentrazione di un bambino. Natale non era tale senza “Fantaghirò” e ho un rapporto conflittuale col cellulare. Una rivista appena comprata dev’essere letta immediatamente altrimenti non la riaprirò mai più, ho passato un’adolescenza solitaria e riflessiva, ho un’auto bianca di nome Camilla e detesto borse e scarpe.

Sono Sara, una ragazza poco più che trentenne e molto meno che quarantenne a cui piace saccheggiare librerie anziché armadi. Passo da un lavoro full-time all’organizzare viaggi in solitaria, dal leggere di mille argomenti a scrivere sul mio blog, acquistare ammennicoli da Primark a fare una stesa di tarocchi , conseguire un diploma da coach all’osservare i quotidiani episodi di sincronicità.

Tutto questo con un bell’aperitivo in mano, perché lo spritz non appartiene al mondo scintillante e irraggiungibile del celebre Cosmopolitan di “Sex and the City”, bensì alla bellezza della convivialità più semplice e complice. A celebrare l’amicizia e lo scambio, in un momento di relax ed evasione in cui tutto diventa possibile. Un “aperitivo veloce” che si protrae fino a mezzanotte, in un fiume di amicizia e chiacchiere. 

La mia frase d’esordio? Non servono scope volanti e gatti neri per essere una strega del XXI° secolo: basta assaporare in una sorsata il mondo che ci circonda, compreso ciò che va oltre l’apparenza. Sta a vedere che la ragazza che ti siede accanto alle 18 di venerdì pomeriggio è una mia compagna di percorso, con un Universo dentro di sè purtroppo bistrattato dal mondo contemporaneo?

Liberiamoci dall’apparenza, la teatralità e l’obbligo di apparire. Che tutto diventi genuino e piacevole come una sorsata di spritz al termine di una settimana di lavoro, con la libertà di condividere le proprie idee talvolta considerate “oltre” l’ordinario. E poi… chi mai avrà deciso cosa sia normale e cosa no?  Cin-cin!

Se sei anche tu una strega incompresa o ti va di parlare un po’, vieni a trovarmi sulla pagina “Contatti e collaborazioni”. Ti offro uno spritz e quattro chiacchiere in relax. 

Scroll Up